Usando il nostro sito web, accetti la nostra Cookies e Privacy policy.
Usando il nostro sito web, accetti la nostra Cookies e Privacy policy.
Tel. +39.334.3930015 roma@accademiaitalianachef.com Viale Gianluigi Bonelli 225 -00127 ROMA Lun-Ven: 09:00 - 16:30
cappello

La Scuola di Cucina Professionale a Roma e il Metodo Formativo AIC.

Anche nella sede di Roma tutti i corsi sono tenuti secondo precisi standard formativi. L’ACCADEMIA ITALIANA CHEF ha sviluppato ogni corso di formazione di cucina seguendo le Direttive Europee sulla formazione professionale. I corsi seguono una serie di passi chiave nella corretta sequenza per sviluppare le capacità dell'allievo nel minor tempo possibile e nella massima qualità possibile. 

Le Regole Europee per i Corsi di Formazione Professionale

LE COMPONENTI DELLA NORMA EUROPEA SULLA FORMAZIONE ISO 29990

La UNI ISO 29990 spinge l’Ente di Formazione, dalla progettazione all’erogazione di ogni singolo corso e modulo formativo, a porre l’attenzione sui risultati. In un corso cucina professionale questo può avvenire esclusivamente grazie ad una approfondita relazione “formazione-impresa”, e risulta coerente con il quadro normativo in materia di Certificazione delle Professioni delineato dal Decreto Legislativo 16 gennaio 2013.

"Formare figure richieste dal mercato del lavoro e che rispondano alle reali aspettative del mercato del lavoro."

Quindi per essere formati professionalmente in un settore devono convivere i seguenti elementi:

Conoscenza

Le nozioni necessarie ad avere consapevolezza e padronanza di una materia per trovare soluzioni.

Abilità

La capacità di ottenere buoni prodotti da una particolare forma di attività, con contenuti sia intellettuali che pratici.

Competenze

Un agire in maniera volutamente responsabile, secondo criteri e variabili, adattabili in base alle esigenze.

Qualità

Il raggiungimento di uno standard di conoscenze, abilità e competenze, relativamente ad un certo settore.

COSA SI ASPETTA IL MERCATO DAL NUOVO PROFESSIONISTA?

Dai sondaggi effettuati sui titolari di oltre 3100 strutture convenzionate con l'Accademia si evince che i datori di lavoro cercano una figura professionale dalla "mente flessibile e creativa", dotata della ConoscenzaAbilità e Competenza necessarie ad inserirsi in un team di lavoro e, se necessario, anche a dirigerlo.

I format nella Scuola di Cucina Professionale a Roma, e di ogni corso di cucina professionale, nasce con l'obiettivo di mantenere questi standard richiesti dal mercato del lavoro: ecco quindi la ricetta vincente.

PRIMA FASE | Lezioni Accademiche

Mantenere la mente flessibile

Imparare la teoria mentre si fa la pratica

Troppa teoria prima di fare la pratica cementifica la mente e spegne l'entusiasmo. Per questo nelle lezioni accademiche nella Scuola di Cucina Professionale a Roma gli allievi producono in continuazione. Niente di meglio che vedere gli effetti delle proprie azioni per far nascere domande e curiosità di sapere. Gli allievi in un corso di cucina professionale mettono subito le mani in pasta e creano sulle basi delle ricette Tradizionali della Cucina Italiana. Seguiti da grandi chef, esperti docenti, sfornano continuamente prodotti e affinano le conoscenze teoriche nelle pause obbligatorie per le cotture delle pietanze.

SECONDA FASE | Corso e Certificato HACCP

Lavorare in sicurezza per se e per gli altri

Il corso essenziale per lavorare in cucina e laboratorio

La normativa HACCP non è "un noioso elemento di burocrazia" ma una serie di conoscenze e pratiche FONDAMENTALI per poter lavorare in sicurezza per se stessi e per gli altri. Con il corso in E-Learning l'allievo impara quello che è a livello europeo è uno standard fondamentale e legale per poter lavorare in una cucina e in un laboratorio. Un serio corso di cucina professionale non può esentarsi dal seguire questa norma anche durante le lezioni accademiche. Ma facendo il Corso con Certificato HACCP l'allievo acquisisce i rudimenti legali e le conoscenze per entrare in una cucina o laboratorio e produrre/conservare il cibo che altri mangeranno.

TERZA FASE | Tirocinio Curriculare

Imparare a lavorare da professionista

Considerando che il 98% del lavoro in questo settore è offerto da aziende private, è facile capire che i datori di lavoro assumono persone: a) capaci di fare; b) in grado di integrarsi nelle realtà già esistenti. Per questo ottenute le basi del mestiere gli allievi vengono spinti quanto più velocemente possibile attraverso il tirocinio professionale.

Obiettivo primario: permettere all’allievo di praticare il mestiere sotto la guida di chi da anni lavora nel settore, apprendendo nuovi metodi, tempistiche ed organizzazione.

Imparare le basi dell'Arte Culinaria Italiana
100%
Saper mettere in pratica le basi imparate
100%
Praticare a lungo in un'attività professionale
100%

QUARTA FASE | Esame e Diploma Accademia Italiana Chef

Conseguire il riconoscimento del proprio impegno

Un Diploma dai tanti significati e Valori

Al termine del suo tirocinio l'allievo viene invitato a sostenere un esame teorico e pratico nella Sede Centrale a Empoli (FI). Il programma di esame e la sua valutazione comprende tutto l'iter formativo dello studente. Il conseguimento del Diploma è la fine di un percorso di studio e l'inizio di una nuova carriera nel mondo della ristorazione professionale. Molti allievi ricevono la loro prima offerta di lavoro ancora prima di effettuare l'esame, chiara evidenza che in questo mestiere conta molto più la propria capacità rispetto a qualsiasi "pezzo di carta". Ecco perchè negli anni gli allievi dell'Accademia hanno sempre più credito da parte degli operatori: il di cucina professionale ha l'unico scopo di sviluppare nell'allievo quanto necessario a immetterlo velocemente nel mondo del lavoro.

Poi sarà l'esperienza e la creatività individuale a creare una carriera di successo.

WordPress Theme built by Shufflehound. Tutti i Diritti sono Riservati | Accademia Italiana Chef, Via Maremmana II Tratto, Empoli (FI) | P. IVA 06394580481